Istituto Comprensivo "Guido Rossi"
Santi Cosma e Damiano (LT)

Telefono 0771-608553     Fax. 0771-607014
e-mail   This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.   PEC:  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Avvio a.s. 2020/2021

A tutti i Docenti
A tutti i Genitori
Al Personale ATA Al Consiglio d’Istituto
Oggetto: Trasmissione Documentazione Ministero Istruzione
 
- Rif.: Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid 19 del MI
- Rif:. Decreto recante “Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale integrata, di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020, n. 39” e Allegato Linee guida per la Didattica digitale integrata 
Si trasmettono documentazioni di cui all’oggetto con disposizione di osservanza delle norme negli stessi indicati. Si chiede, in premessa, di effettuare una lettura attenta della presente circolare ad evitare equivoci ed interpretazioni non corrispondenti alle disposizioni precisate di seguito.
Si precisa che la condizione primaria per l’avvio dell’anno scolastico è la consapevole e necessaria assunzione di responsabilità condivisa tra scuola e famiglie, ognuna per proprio ruolo e competenza. Si premette che ad oggi la scrivente non ha ricevuto ancora alcun riscontro in riferimento alle richieste inviate ai superiori Uffici relativamente ai bisogni di Organico di personale docente e ATA, pubblicate sul sito dell’Istituto http://www.icsanticosmaedamiano.it/web/2-non-categorizzato/1912-documentazione-informativa-avvioa-s-2020-2021. Si riportano integralmente le disposizioni di maggiore rilevanza per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021:
- “Ogni istituto scolastico dà attuazione delle indicazioni fornite dal CTS per il settore scolastico e delle linee guida stabilite a livello nazionale, secondo le specificità e le singole esigenze connesse alla peculiarità del territorio e dell’organizzazione delle attività, al fine di tutelare la salute delle persone presenti all’interno degli istituti e garantire la salubrità degli ambienti”.
- È ribadito l’obbligo “di rimanere al proprio domicilio in presenza di temperatura oltre i 37.5° o altri sintomi similinfluenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria”;
- È ribadito “il divieto di fare ingresso o di poter permanere nei locali scolastici laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi simil-influenzali, temperatura oltre 37.5°, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.) stabilite dalle Autorità sanitarie competenti”.
- È ribadito “l’obbligo di rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del Dirigente scolastico (in particolare, mantenere il distanziamento fisico di un metro, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene)”.
- È ribadito “l’obbligo per ciascun lavoratore di informare tempestivamente il Dirigente scolastico o un suo delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all’interno dell’istituto”. - “L’eventuale ingresso del personale e degli studenti già risultati positivi all’infezione da COVID-19 deve essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza”. - “È obbligatorio per chiunque entri negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l’utilizzo di mascherina. Il CTS si esprimerà nell’ultima settimana di agosto in ordine all’obbligo di utilizzo di mascherina da parte degli studenti”.
- È ribadito l’eventuale necessario “accesso alla struttura attraverso l’accompagnamento da parte di un solo genitore o di persona maggiorenne delegata dai genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, nel rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura”. MINISTERO DELL’ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO “G. ROSSI” Via Risorgimento, 82 – 04020 SS. Cosma e D.no (LT) – tel 0771/608553- Distretto Scolastico n° 49 - - www.icsanticosmaedamiano.it e mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Salute e prevenzione - La scrivente comunica di aver: - effettuato la mappatura degli edifici scolastici per monitorare la possibilità di collocare gli alunni, anche in gruppi ridotti, in aule dell’Istituto; - effettuato il calcolo del numero esatto di persone per ogni spazio occupabile per le attività didattiche in modo da garantire il distanziamento sociale; - redatto il Documento di Sicurezza da allegare al PTOF a.s. 2020/2021; - definito le modalità e l’acquisto di materiale e dispositivi per pulizia e sanificazione degli ambienti; - definito l’acquisto e la distribuzione di dotazioni di DPI per tutto il personale scolastico; - prodotto istanza per la conferma dell’organico di fatto richiesto per docenti dei tre livelli dell’Istituto e del personale ATA presso i Superiori Uffici, oltre che dell’organico ‘parallello’ necessario per assicurare la copertura dei gruppi classe in garanzia di distanziamento; - deliberato negli OOCC il Documento Sicurezza allegato al PTOF e al Regolamento d’Istituto, sentiti l’RSPP di istituto e il medico competente. - richiamato che “Sulle misure di prevenzione e protezione adottate, si ravvisa l’opportunità di ribadire la responsabilità individuale e genitoriale”. La scrivente, appena avrà riscontro alle richieste presentate ai Superiori Uffici, proseguirà nella costante sensibilizzazione ed informazione alla comunità scolastica specificando: - le regole da rispettare per evitare assembramenti e distanziamento sociale; l’eventuale previsione di ingressi ed uscite ad orari scaglionati; - la disposta riduzione di accesso ai visitatori, i quali, comunque, dovranno sottostare a tutte le regole previste nel Documento Sicurezza allegato al PTOF e al Regolamento di istituto; limitazione degli accessi ai casi di effettiva necessità amministrativo-gestionale ed operativa, possibilmente previa prenotazione e relativa programmazione; - la regolare registrazione dei visitatori ammessi, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e del tempo di permanenza;
differenziazione dei percorsi interni e dei punti di ingresso e i punti di uscita dalla struttura; - costituire una Commissione per la vigilanza con figure dettagliate nel Documento Sicurezza pubblicato sul sito al link sopra indicato. Provvederà a definire, con gli OOCC e i genitori, convocati in GTM, in base alle situazioni, l’opportunità di rimodulare le attività didattiche nelle aule, eventualmente alternando le presenze degli studenti con lezioni da remoto, in modalità didattica digitale integrata. Con specifiche delibere degli OO.CC., si provvederà a condividere un nuovo patto di corresponsabilità educativa per la collaborazione attiva tra Scuola e Famiglia. Per la gestione del servizio mensa si è in attesa delle disposizioni del Comune di SS. Cosma e D.no e della Ditta preposta.
Si riportano di seguito le “Disposizioni relative alla gestione di una persona sintomatica all’interno dell’istituto scolastico”: “Nel caso in cui una persona presente nella scuola sviluppi febbre e/o sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, si dovrà procedere al suo isolamento in base alle disposizioni dell’autorità sanitaria contenute nel Documento tecnico, aggiornamento del 22 giugno u.s., alla sezione “Misure di controllo territoriale” che, in coerenza con quanto già individuato nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro” del 24 aprile 2020 (punto 11 - Gestione di una persona sintomatica in azienda), ha individuato la procedura da adottare nel contesto scolastico. Si riporta di seguito la disposizione: “Misure di controllo territoriale - In caso di Ministero dell’Istruzione 10 comparsa a scuola in un operatore o in uno studente di sintomi suggestivi di una diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, il CTS sottolinea che la persona interessata dovrà essere immediatamente isolata e dotata di mascherina chirurgica, e si dovrà provvedere al ritorno, quanto prima possibile, al proprio domicilio, per poi seguire il percorso già previsto dalla norma vigente per la gestione di qualsiasi caso sospetto. Per i casi confermati le azioni successive saranno definite dal Dipartimento di prevenzione territoriale competente, sia per le misure quarantenarie da adottare previste dalla norma, sia per la riammissione a scuola secondo l’iter procedurale altrettanto chiaramente normato. La presenza di un caso confermato necessiterà l’attivazione da parte della scuola di un monitoraggio attento da avviare in stretto raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi che possano prefigurare l’insorgenza di un focolaio epidemico. In tale situazione, l’autorità sanitaria competente potrà valutare tutte le misure ritenute idonee. Questa misura è di primaria importanza per garantire una risposta rapida in caso di peggioramento della situazione con ricerca attiva di contatti che possano interessare l’ambito scolastico.
Sarebbe opportuno, a tal proposito, prevedere, nell’ambito dei Dipartimenti di prevenzione territoriali, un referenteper l’ambito scolastico che possa raccordarsi con i dirigenti scolastici al fine di un efficace contact tracing e risposta immediata in caso di criticità”. Gli esercenti la potestà genitoriale, in caso di studenti adeguatamente e prontamente informati, si raccorderanno con il medico di medicina generale o pediatra di libera scelta per quanto di competenza”.
Relativamente alla richiesta da parte delle famiglie di Didattica digitale integrata, il Collegio docenti e il Consiglio d’Istituto, sentite le famiglie e acquisiti i bisogni espressi, provvederà “a fissare criteri e modalità per erogare didattica digitale integrata, adattando la progettazione dell’attività educativa e didattica in presenza alla modalità a distanza, anche in modalità complementare, affinché la proposta didattica del singolo docente si inserisca in una cornice pedagogica e metodologica condivisa, che garantisca omogeneità all’offerta formativa dell’istituzione scolastica”, come espresso Linee guida per la Didattica digitale integrata dettate dal MI. Nello specifico “al team deidocenti e ai consigli di classe è affidato il compito di rimodulare le progettazioni didattiche individuando i contenuti essenziali delle discipline, i nodi interdisciplinari, gli apporti dei contesti non formali e informali all’apprendimento, al fine di porre gli alunni, pur a distanza, al centro del processo di insegnamento-apprendimento per sviluppare quanto più possibile autonomia e responsabilità”. Le Linee guida specificano altresì che “va posta attenzione agli alunni più fragili. Nel caso in cui si propenda per attività di DDI come metodologia complementare alla didattica in presenza, si avrà cura di orientare la proposta verso gli studenti che presentino fragilità nelle condizioni di salute, opportunamente attestate e riconosciute, consentendo a questi per primi di poter fruire della proposta didattica dal proprio domicilio, in accordo con le famiglie”; inoltre chiariscono che “nel corso della giornata scolastica dovrà essere offerta, agli alunni in DDI, una combinazione adeguata di attività in modalità sincrona e asincrona, per consentire di ottimizzare l’offerta didattica con i ritmi di apprendimento, avendo cura di prevedere sufficienti momenti di pausa. Nel caso di attività digitale complementare a quella in presenza, il gruppo che segue l’attività a distanza rispetta per intero l'orario di lavoro della classe salvo che la pianificazione di una diversa scansione temporale della didattica, tra alunni in presenza e a distanza, non trovi la propria ragion d’essere in motivazioni legate alla specificità della metodologia in uso”. Le Linee guida specificano altresì: “Nel caso in cui la DDI divenga strumento unico di espletamento del servizio scolastico, a seguito di eventuali nuove situazioni di lockdown, saranno da prevedersi quote orarie settimanali minime di lezione”; riportano, dunque, indicazioni per ciascun ordine di Scuola: “- Scuola dell'infanzia: l’aspetto più importante è mantenere il contatto con i bambini e con le famiglie. Le attività, oltre ad essere accuratamente progettate in relazione ai materiali, agli spazi domestici e al progetto pedagogico, saranno calendarizzate evitando improvvisazioni ed estemporaneità nelle proposte in modo da favorire il coinvolgimento attivo dei bambini. Diverse possono essere le modalità di contatto: dalla videochiamata, al messaggio per il tramite del rappresentante di sezione o anche la videoconferenza, per mantenere il rapporto con gli insegnanti e gli altri compagni. Tenuto conto dell’età degli alunni, è preferibile proporre piccole esperienze, brevi filmati o file audio. È inoltre opportuno attivare una apposita sezione del sito della scuola dedicata ad attività ed esperienze per i bambini della scuola dell’infanzia (…) - Scuola del primo ciclo: assicurare almeno quindici ore settimanali di didattica in modalità sincrona con l'intero gruppo classe (dieci ore per le classi prime della scuola primaria), organizzate anche in maniera flessibile, in cui costruire percorsi disciplinari e interdisciplinari, con possibilità di prevedere ulteriori attività in piccolo gruppo, nonché proposte in modalità asincrona secondo le metodologie ritenute più idonee”. L’organizzazione sarà illustrata alle famiglie dopo aver acquisito le ultime indicazioni per l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021 attese per la fine del mese di agosto 2021 in incontri che saranno tenuti in GTM a partire dal 26/08/2020 con specifico calendario diffuso alle famiglie attraverso i rappresentanti di classe e pubblicato sulla Home del sito della Scuola.
Allegati: modello di autodichiarazione ed impegno per l'ingresso ai plessi
Link alla sezione dedicata al rientro a scuola (sito Ministero dell'Istruzione)
 
SS. Cosma e D.no, 10/08/2020
Il Dirigente
Prof.ssa R. Marino
(Firma autografa omessa ai sensi dell'art. 3 D.Lgs. 39/1993)